36_laser-de-alta-intensidade-1024x576.jpg

Laser ad alta potenza

Laser ad Alta Potenza

LASER (Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation) ovvero amplificazione luminosa provocata dall'emissione stimolata di radiazioni elettromagnetiche.
Mediante l'emissione di un fascio di luce monocromatica e concentrata indice variazioni fotochimiche e fotobiologiche sulle cellule dei tessuti.


Presso il C.D.F. viene utilizzato un Laser ad Alta Potenza.
La radiazione laser penetra i tessuti e provoca delle reazioni biochimiche:
Vasodilatazione: aumento del calore locale, stimolazione neuro vegetativa con effetti antiflogistici, antiedema, eutrofici e stimolanti per il tessuto cellulare.
Stimolazione metabolica: aumento delle richieste metaboliche cellulari, con velocizzazione nella riduzione degli edemi e attivazione per il ricambio cellulare ed aumento del drenaggio linfatico.

Il LASER viene utilizzato per aumentare gli effetti antalgici, antinfiammatori e biostimolanti.
L’azione antalgica si realizza medidante la liberazione di endorfine e l'innalzamento della soglia di eccitazione delle terminazioni nervose dolorifiche.


Le patologie più frequentemente trattate con i LASER sono:

artrosi artriti, neuriti, tendiniti e tenosinoviti, borsiti, fasciti plantari, metatarsalgie, stiramenti e strappi muscolari, postumi traumi, distorsivi e contusivi, epicondiliti e epitrocleiti, gonalgie, sciatalgie e lombalgie.

Particolare utilizzo si riscontra nella fase riabilitativa post-chirurgico.


Spesso è consigliato un trattamento abbinato ad altre forme di terapia quali la Tecar®, Scenar, terapia manuale o massoterapia per consentire una più valida risoluzione del problema.
La laserterapia è indolore e non è invasiva.

Controindicazioni
Il Laser è controindicato nei casi di gravidanza, epilessia e neoplasie.